L’anticamera della suite, con il dipinto su seta Mongolfiere del pittore palermitano Maurilio Catalano, anticipa un ambiente fresco e luminoso, tra i più spaziosi. La parete azzurra richiama il colore di un cielo d’estate e rievoca i paesaggi umani del Mediterraneo mentre la scrivania in vetro dal design semplice e geometrico, rivela un’antica carta geografica facendo sentire l’ospite viaggiatore del mondo.Il contrasto bianco/nero non appesantisce l’occhio e il rosso vivo dei cuscini e della poltrona da scrivania dà un tocco di eleganza e lusso, espressione di un talento naturale per l’arredo che contraddistingue Evita. Nella camera è presente un’altra opera d’arte di una bellezza fugace, che la identifica più di chiunque altra con il messaggio artistico-culturale di cui si fa portatrice La casa di Evita, è la tela Cuore di Loto dell’artista barese Vito Gurrado.

La camera ha un bagno privato interno con vasca, dalle tinte color salmone. Accessori e Cartoline d’Autore con decorazioni a rilievo della Belle Epoque lo impreziosiscono. All’interno della suite è possibile anche usufruire di un minibar.

Dai uno sguardo alla photogallery