Il tour inizia dal Lungomare Foro Umberto I dove l’occhio si perde in quella distesa blu sulla quale è sorta la città di Palermo. Si possono, da qui, scorgere le Mura delle Cattive e poi, attraverso Porta Felice, immettersi in Corso Vittorio Emanuele passando per Piazza Marina dove c’è il Ficus Magnolia l’albero più antico di Palermo ed il più grande d’Europa.

cattedrale di palermo

Salendo poi verso i Quattro Canti, l’occhio viene catturato dalla fontana Pretoria detta della Vergogna non per la nudità delle sue statue barocche ma perché, inizialmente commissionata da Don Pedro Toledo per la sua villa fiorentina, fu acquistata dal senato palermitano per una cifra esorbitante. Un’altra meta è Piazza Bellini con la Chiesa di San Cataldo e la Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio detta La Martorana. Proprio sul Corso Vittorio Emanuele un altro gioiello è la Chiesa dei Teatini e continuando a percorrerlo in tutta la sua lunghezza si incontra la maestosa Cattedrale di Palermo dove sono sepolti il primo re normanno Ruggero II, Federico II detto”stupor mundi”la moglie Costanza d’Aragona, Costanza d’Altavilla ed Enrico VI.