Devozione, tradizione e folklore s’incontrano l’8 dicembre a Torretta, per celebrare l’Immacolata Concezione, alla Sagra della Vastedda: un appuntamento storico e un rito consolidato, da 33 edizioni.

Una sagra ricca di spiritualità, aggregazione, convivialità e allegria, che si svolge ai piedi del Santuario della Madonna delle Grazie, come atto di devozione degli abitanti di Torretta per le grazie ricevute durante l’anno.

Un’usanza di origine contadina che si rinnova ogni anno mangiando a colazione la “vastedda” con olio nuovo, ricotta e caciocavallo, prodotti esclusivamente locali; un rituale che mantiene vivi i sapori e le tradizioni di una volta, in un paese in cui il tempo a volte sembra essersi fermato.

Quest’anno la manifestazione si arricchisce d’arte, con l’apertura del Piccolo Museo Etnografico dove, in un clima natalizio, l’associazione Evita Touring allestirà un antico mestiere femminile, con l’evento “I ricami ra Zà Cuncetta”, la più conosciuta esperta di ricamo della provincia di Palermo.