Un’arte dalle nobili origini è quella del ricamo, che nasce per esaltare e sottolineare lo status sociale di chi li indossava, un’occupazione privilegiata dell’aristocrazia, che lo faceva per diletto e, successivamente delle classi popolari che lo facevano per lavoro. Dunque le ricamatrici rivestivano un ruolo fondamentale nella società, poiché avevano l’arduo compito di educare, preservare […]

Leggi →

Da una spina nasce una Rosa, è la metafora più appropriata che si può attribuire alla cantautrice siciliana Rosa Balistreri, di cui oggi voglio celebrare la memoria, parlando di una grande donna, innamorata ed orgogliosa della sua Isola. Una Sicilia arida, sofferente, stanca, oscura e nostalgica, quella raccontata da Rosa, che “canta e cunta” la […]

Leggi →

L’1 e il 2 Novembre: due ricorrenze festeggiate in tutto il mondo, con usi simili e significati diversi, che si oppongono e si sovrappongono, ma che in Sicilia mantengono ancora un profondo valore simbolico e spirituale, rafforzato annualmente dal legame tra passato e futuro, attraverso il dono. Nella notte precedente al 1° novembre, si dice […]

Leggi →

Citazione di Leonardo Sciascia che descrive il ritorno dell’autunno in Sicilia e con lui, una sonora armonia, che si percepisce nei tramonti sempre più precoci, nelle temperature che si abbassano e nel susseguirsi di colori caldi, che regalano alla vista uno spettacolo unico, offerto da Madre Terra. In Sicilia l’autunno è atteso con impazienza perché […]

Leggi →

Il Puparo è l’anima del Pupo, colui che dà voce, movimento e sentimento ad un “oggetto” inespressivo ed inanimato, che vive attraverso il contatto con il pubblico. Al tempo stesso regista, attore, doppiatore, scenografo, costumista e impresario, il puparo è il custode del patrimonio identitario della Sicilia, che racconta le storie di coraggio e di […]

Leggi →

La “Faccia di vecchia” è un incrocio tra pizza e sfincione, il suo nome è dato dalla forma allungata, che ricorda il viso di una donna âgée, dall’aspetto rustico e rugoso, abbellito dai colori della Sicilia. Nel teatro della “Sicilianità”, la Faccia di vecchia, ha un ruolo da protagonista e Torretta, con le sue particolarità […]

Leggi →

  L’agnello da secoli è considerato l’emblema del candore e della fragilità della vita, infatti con l’offerta di un agnello il credente donava a Dio ciò che aveva di più bello, puro e prezioso, come fece Abramo con Isacco. Abbiamo già superato da tempo questi rituali sacrificali quindi non è necessario  continuare a farli… Il sacrificio […]

Leggi →

Il carrettiere è una delle figure antropologiche più rappresentative della nostra isola, portatore di cultura, di storia, di colori e di folklore. La vita di questo trasportatore di merci era molto faticosa, perché era sempre in viaggio e il pagamento era pattuito in base al percorso e al tipo di trasporto da fare. I carrettieri […]

Leggi →

Oltre alle chiacchiere, un altro dolce che si preparava a Carnevale è il cannolo, una cialda di forma cilindrica farcita di ricotta di pecora, cioccolato e scorza di arancia candita, che oggi mangiamo in ogni occasione … L’origine del cannolo risale al periodo arabo, quando le donne degli harem per ingraziarsi la benevolenza degli emiri, […]

Leggi →

Oggi mi sono ispirata alla frase e al dipinto del celebre artista siciliano  Renato Guttuso, “Anche se dipingo una mela, c’è la Sicilia”. Il forte attaccamento alla terra natia ne evidenzia l’amore viscerale, che è rappresentato a tutto tondo nelle sue opere, che sono uno spettacolo per gli occhi e per il cuore. Questa condivisa […]

Leggi →